3. Cappella Chigi, capolavoro dell'arte

La Cappella Chigi, nel 1507 concessa al banchiere Agostino Chigi per farne il mausoleo di famiglia, può essere considerata un’opera d’arte completa, tra architettura, scultura, pittura e mosaico.

Il progetto fu affidato a Raffaello negli anni 1512-1513: a lui si attribuiscono i cartoni per i mosaici della cupola, realizzati da Luigi De Pace nel 1516 e i disegni delle tombe piramidali di Agostino Chigi e di suo fratello Sigismondo. L’uso delle piramidi quali sepolcri simboleggia l’ascesa verso la perfezione. Per i lavori di restauro e completamento della cappella fu incaricato Gian Lorenzo Bernini.

Le statue nelle nicchie raffigurano “Giona che esce dalla balena” e sul lato opposto “Elia” (1522), del Lorenzetto (Elia fu completato da Raffaello da Montelupo nel 1552). “Daniele e il leone” (entrando a sinistra) e “Abacuc e l’angelo” (a destra dell’altare) furono invece scolpite dal Bernini.


    • direttamente al desk accoglienza D’Uva Workshop durante gli orari di apertura
    • telefonando al numero 392 3612243
    • inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • compilando il form online
  • La prenotazione deve essere confermata con il pagamento dell’intero importo del tour scelto; il pagamento è da effettuare in contanti direttamente al nostro desk audioguide, all’interno della Basilica, prima dell'inizio della visita guidata (tutti i giorni feriali alle 12.30). In caso di assenza del pagamento, non potrà esserne garantita la partecipazione. Al momento della prenotazione, sarà rilasciato un voucher con un numero di prenotazione, la data e l’orario della visita prenotata.